venerdì 12 ottobre 2012

La fede autentica oltre ogni cielo di plastica

Vorrei portare un piccolo, piccolissimo contributo di riflessione nell'anno della fede, iniziando con questo post a riproporre alcuni pensieri tratti da un mio libro

 «Per neutralizzare la seduzione idolatrica che mortifica la vocazione infinita del credere abbiamo tutti bisogno, in misura diversa, di anticorpi. Invitando a rileggere la propria vita con una maggiore vigilanza critica, questo libro vorrebbe almeno aiutare a riconoscere l’urgenza di una salutare scossa anti-idolatrica; un messaggio che può essere rivolto a ognuno di noi: a chi crede di non credere, perché continui a cercare, e a chi vive una fede cristiana pigramente adagiata su se stessa, perché non profani l’altezza dell’infinito con l’arroganza di false sicurezze o con la banalità dell’abitudine»
(L. Alici, Cielo di plastica. L'eclisse dell'in finito nell'epoca delle idolatrie, San Paolo, Cinisello Balsamo 2009, p. 8) [Premio "Capri - San Michele]

Nessun commento:

Posta un commento